Stampa

Fillers volumetrici

- Fillers volumetrici

La medicina estetica consente di correggere alterazioni di difetti del volto mediante l’impiego di fillers volumetrici ovvero l’utilizzo di iniezioni di composti biocompatibili al fine di restituire o migliorare la forma e il volume di alcune zone del viso. Il composto più utilizzato a tal proposito è sicuramente l’acido ialuronico. Il suo utilizzo è ben documentato in diversi campi della medicina e della chirurgia da più di venti anni. Si tratta di un disaccaride presente in tutti i tessuti connettivi umani, compresa la cute, essenziale per la formazione della matrice del collagene e di fibre elastiche e per il mantenimento dell'idratazione cutanea. Alterazioni dell’acido ialuronico contribuiscono infatti all’invecchiamento cutaneo. Essendo chimicamente identico in tutte le specie e in tutti i tipi di tessuto, l'acido ialuronico presenta una totale biocompatibilità. Il composto utilizzato in medicina estetica è il frutto di complesse sintesi di laboratorio. Si tratta di un gel sterile, viscoelastico, incolore e trasparente composto da molecole incrociate di ialuronato. La qualità e i tempi di riassorbimento dell'acido ialuronico dipendono dalla quantità di molecole di ialuronato e dai legami intermolecolari presenti nel prodotto, oltre che dal metabolismo del singolo paziente.

I fillers di acido ialuronico possono essere utilizzati per trattare le labbra (aumento del volume e modifica del contorno), le rughe (perioculari, glabellari e delle commessure orali), il contorno del viso (guance e mento) e gli esiti cicatriziali (post-acneici o post-traumatici). L'acido ialuronico viene iniettato in piccolissime dosi nelle regioni interessate mediante una siringa dotata di un ago sottilissimo. Le iniezioni vengono effettuate a livello ambulatoriale. Il trattamento ha la durata di 15-30 minuti. Generalmente non è necessaria anestesia locale; può eventualmente essere utilizzata una pomata anestetica per il trattamento delle zone più fastidiose.

L'acido ialuronico non è un filler permanente: una volta iniettato, il prodotto viene progressivamente metabolizzato e quindi riassorbito dall'organismo con tempi variabili, da 2 mesi a 1-2 anni, a seconda della zona trattata e del tipo di preparato utilizzato. L'effetto è dunque immediato, ma perché sia costante sarà necessario ripetere il trattamento periodicamente. Nelle prime 24-48 ore dopo il trattamento è possibile che appaia un lieve rossore e un lieve edema della zona trattata i quali scompariranno nel giro di poche ore. Raramente si può verificare un piccolo livido nella zona di iniezione.

torna su