Stampa

Otoplastica

- Otoplastica

L'otoplastica è l'intervento che mira a correggere le deformità della cartilagine auricolare sia in termini di forma che di posizione. La deformità più frequente è rappresentata dall'eccessiva prominenza del padiglione la quale può essere dovuta ad un eccessivo sviluppo della conca o dalla mancanza della formazione di elice ed antielice (ripiegature esterne dell'orecchio). La correzione delle deformazioni dell'orecchio sono indicate a partire dagli 8 anni, età alla quale si è raggiunto il completo sviluppo del padiglione auricolare. L'intervento correttivo può comunque essere eseguito anche in età adulta senza aggiunta di rischi. Come tutti gli interventi, l'otoplastica comporta un minimo di rischio. Se l'otoplastica è eseguita da un chirurgo plastico esperto, le complicanze sono rare e solitamente minori. La complicanza più grave è rappresentata da un'infezione a carico della cartilagine che può causare alterazioni cicatriziali e pregiudicare il risultato finale rendendo necessario un secondo intervento correttivo. Normalmente la condrite viene comunque ben controllata con la sola terapia farmacologia.

L'INTERVENTO CHIRURGICO

La procedura chirurgica può essere eseguita in anestesia generale o in anestesia locale, con o senza sedazione, e dura circa 1 ora. Le tecniche chirurgiche sono varie e la scelta è legata al tipo di deformità. L'incisione viene comunque generalmente praticata nella porzione posteriore e quindi la cicatrice residua viene ben mimetizzata. Viene praticato un bendaggio a protezione dell'area operata. I punti di sutura possono essere riassorbili e non hanno quindi bisogno di essere rimossi. I differenti aspetti dell'intervento variano in dipendenza del singolo caso clinico e vanno sempre approfonditi ed esaminati caso per caso e discussi con il chirurgo in sede di consultazione.

IL POST-OPERATORIO

Il dolore nell'immediato post-operatorio viene ben controllato dalla terapia farmacologia. Dopo alcuni giorni, in dipendenza della tecnica utilizzata, il bendaggio può essere sostituito da una medicazione più leggera, particolarmente importante nelle ore notturne. Tutte le attività vengono riprese in pochi giorni, tranne quelle sportive che possano implicare traumi incidentali alle orecchie.

torna su