Stampa

Mastoplastica Riduttiva

- Mastoplastica riduttiva

La mastoplastica riduttiva è un intervento chirurgico mirato alla riduzione del volume delle mammelle. È un intervento indicato nei casi in cui la paziente abbia un notevole volume mammario con seno pendulo e cadente. Spesso le pazienti con questa patologia, oltre al disagio psico-fisico, accusano disturbi alla colonna vertebrale determinati dall'eccessivo peso delle mammelle. L'operazione prevede la rimozione della cute, del tessuto adiposo e ghiandolare in eccesso, rendendo il seno più piccolo, leggero e sodo. Anche l'areola viene ridotta per raggiungere l'obiettivo finale che è quello di restituire alla paziente un seno di forma migliore proporzionato alla sua figura corporea. L'intervento di mastoplastica riduttiva è un intervento importante che andrebbe eseguito soltanto da chirurghi plastici qualificati ed esperti; prevede una procedura lunga e come tutti gli interventi presenta complicanze quali sieromi, ematomi, infezioni, riduzione o perdita di sensibilità del complesso areola-capezzolo. La mastoplastica riduttiva comporta cicatrici permanenti che possono essere facilmente coperte da un reggiseno o da un costume da bagno. La loro evidenza è legata alle proprietà soggettive di cicatrizzazione e non è predittibile.

L'INTERVENTO CHIRURGICO

L’intervento di mastoplastica riduttiva è eseguito in anestesia generale e dura circa 3 ore. Può essere eseguito con molteplici tecniche, tutte con lo scopo comune di garantire la vitalità al complesso areola-capezzolo e restituire un contorno adeguato al seno. La cicatrice residua è in genere a forma di "L": circonda l'areola, scende verticalmente verso il basso per ricadere lungo il solco della mammella lateralmente. Si può talvolta associare la liposuzione per rimuovere il tessuto adiposo soprattutto dai quadranti esterni. Generalmente vengono sistemati tubi di drenaggio che vengono rimossi nei giorni immediatamente successivi. Un bendaggio modicamente compressivo viene lasciato per i primi giorni. I differenti aspetti dell'intervento vanno approfonditamente esaminati caso per caso e discussi con il chirurgo.

IL POST-OPERATORIO

Dopo l’intervento è solitamente presente un edema delle mammelle che tenderà a scomparire in 4-5 settimane. Il dolore può essere controllato con farmaci antidolorifici. Il bendaggio post-operatorio viene sostituito in seconda giornata da un reggiseno conformato che viene indossato per circa quattro settimane. I punti di sutura sono solitamente punti riassorbibili che quindi non necessitano di rimozione. La normale attività può essere ripresa in terza giornata, mentre l'attività fisica forzata (ginnastica, sport vari) viene interrotta per quattro settimane.

torna su