Stampa

Liposcultura

- Liposcultura

La liposcultura è una metodica impiegata per modellare il profilo corporeo tramite la rimozione del tessuto adiposo in eccesso. Sarà possibile modellare il corpo rimuovendo il grasso in eccesso da specifiche aree quali i fianchi, l’addome, la regione trocanterica, le ginocchia… Questo intervento non va considerato come una scorciatoia per la perdita di peso, bensì è rivolto a pazienti con adiposità localizzate e non può in alcun caso sostituire un corretto regime alimentare. Un buon candidato a questo intervento deve avere buone condizioni cliniche generali, avere aspettative realistiche circa il miglioramento del proprio corpo e avere una buona elasticità cutanea. La liposcultura è una procedura chirurgica non priva di complicanze, queste sono sicuramente ridotte quando l’intervento è praticato da un chirurgo plastico esperto. Le complicanze sono diverse a seconda delle zone da trattare e della quantità di liquido aspirato.

L'INTERVENTO CHIRURGICO

L’intervento chirurgico ha una durata particolarmente variabile, a seconda del numero di aree da trattare e della quantità di grasso da asportare. La procedura è generalmente eseguita in anestesia generale o in sedazione e prevede un’infiltrazione dell’area da trattare e la successiva asportazione del grasso in eccesso mediante piccole incisioni cutanee che permettano l’inserimento della cannula da aspirazione. Il paziente uscirà dalla sala operatoria con una medicazione compressiva realizzata in maniera differente a seconda delle zone da trattare. Se possibile verrà richiesto al paziente di indossare guaine contenitive.

IL POST-OPERATORIO

Il dolore postoperatorio può essere controllato con farmaci antidolorifici. Generalmente questo scompare in pochi giorni, può invece permanere per qualche giorno in più il fastidio legato all’edema dei tessuti. Ne giorni successivi compariranno ecchimosi che scompariranno in circa 2 settimane. La visualizzazione del risultato definitivo sarà possibile quindi dopo alcune settimane. Sport e sforzi eccessivi vanno evitati per almeno un mese dopo l’intervento, la normale attività sarà invece possibile già dopo 3-4 giorni.

torna su